17# Nel mar della Mancha

 

Corso di Teoria della letteratura – Università di Padova

Lezione XVII –  8 novembre 2000

Argomento

Mercoledì, ora breve.

Brandalise commenta il racconto dello schiavo, momento di più alta adesione autobiografica del Chisciotte: ma come sempre in Cervantes la biografia più autentica si manifesta nell’apertura sul presente nella pratica della scrittura, laddove questa si oppone al “culto dei morti” già criticato  da Lucrezio e così diffuso nella comune pratica biografica.

Viene quindi in primo piano il mar Mediterraneo, scenario del racconto: mare letterario per eccellenza, sfondo di fantastiche avventure sin dai tempi del romanzo ellenistico e poi delle novelle di Boccaccio. Brandalise ricostruisce le vicende principali e i popoli che incrociano le sue acque restituendo un Mediterraneo metamorfico che conduce al tema della molteplicità dell’identità, attraverso Lacan e Ortega Y Gasset.

L’ora si chiude con una riflessione sulla Fortuna nel contesto di questo mondo marino, potentemente sismico, che tanto ricorda quello descritto da Macchiavelli ne Il principe.